Vincenzo Maisto, chi si nasconde dietro al Signor Distruggere? | Intervista esclusiva - Smash News
9677
post-template-default,single,single-post,postid-9677,single-format-standard,qode-news-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Vincenzo Maisto, chi si nasconde dietro al Signor Distruggere? | Intervista esclusiva

Cinismo e ironia,  ecco le caratteristiche fondamentali con cui Vincenzo Maisto, alias Il Signor Distruggere è diventato un fenomeno del web.

Arriva in libreria il nuovo libro del Signor Distruggere e questa volta prende di mira le “mamme pancine”,  donne fanatiche della maternità che trovano il loro spazio in gruppi facebook più o meno segreti. Proprio in occasione dell’uscita di “Le pancine d’amore” noi di Smash News abbiamo avuto l’occasione di porre alcune domande a Vincenzo Maisto.

 

Smash: Chi era Vincenzo Maisto prima di distruggere ?

SD: Era comunque un blogger, solo che non se lo filava nessuno. Lavorava poi in un ufficio commerciale, nulla di entusiasmante.

Smash: Se dopo la laurea avessi avuto l’occasione di fare il tuo lavoro, pensi che il Sig. Distruggere esisterebbe ancora?

SD: Penso di sì. Alla fine “Distruggere” è nato come un interesse che ho inizialmente coltivato nel tempo libero e lavoravo ugualmente.

Smash: Cosa piace a un cinico come il Signor Distruggere?

SD: L’ironia e il sarcasmo. Sono dei punti fondamentali.

Smash: Ti sei mai sentito triste dopo aver “distrutto i sogni di qualcuno con la realtà oggettiva”?

SD: No, perché esporre la realtà oggettiva, che era uno dei temi del blog ai suoi inizi, è sempre buona cosa. Fa qualcosa di simile oggi il prof. Burioni.

Smash: Sei appena uscito in libreria “Le pancine d’amore” per Rizzoli, ci vuoi parlare di questo progetto?

SD: Il libro è della collana “varie” e quindi non è un libro impegnato, nel senso che non è un romanzo e non necessità molto tempo e attenzione. È un libro comico basato su quello che il blog ha raccontato nell’ultimo anno. Non è un manuale di antropologia, né un’inchiesta giornalistica. Si ride del surreale.

 

Le pancine d'amore

 

Titolo: Le pancine d’amore. Viaggio tragicomico nell’estremismo materno da social network.

Editore: Rizzoli

Su Facebook esistono centinaia di pagine e gruppi incentrati sull’esperienza della maternità, alcuni dei quali popolati da mamme che si autodefiniscono “pancine”. Se ne trovano di pubblici, di chiusi e addirittura di segreti, ai quali è possibile accedere solo su invito o dopo una lunga gavetta. Una volta dentro, però, la fatica per arrivarci è ripagata dalla scoperta di un universo fantastico, distopico, in cui non valgono le più elementari regole della grammatica italiana, in cui le bigotte partecipanti si riferiscono ai rapporti di coppia come “le cose dei grandi” e le donne istruite e indipendenti figurano come “maestrine” dedite all’invidia e ai malefici; una realtà parallela fatta di grottesche torte partoritrici, di esilaranti metodi contraccettivi e improbabili riti di fertilità, di nauseabonde ricette a base di latte materno da propinare a ignari vicini di casa e di pregevoli pezzi di bigiotteria realizzati con fluidi corporei. Nonché di altre varie nefandezze.

 

 

Un in bocca al lupo al Signor Distruggere per il suo nuovo libro, di cui vi ricordiamo il tour promozionale dei prossimi giorni:

Pancina Tour_Il Signor Distruggere

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

#Follow us on Instagram