Nel mondo di Fandom: Intervista ad Anna Day - Smash News
9335
post-template-default,single,single-post,postid-9335,single-format-standard,qode-news-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Nel mondo di Fandom: Intervista ad Anna Day

Carissimi lettori e lettrici, eccomi qui ancora una volta in veste di inviata speciale a raccontarvi la meravigliosa esperienza vissuta per il lancio del bellissimo romanzo Fandom, libro di esordio qui in Italia scritto dalla fantastica autrice Anna Day, pubblicato dalla casa editrice DeA, libro letteralmente stupendo che amo alla follia! Finalmente un distopico meraviglioso, molto originale, ambientazione, trama, personaggi per nulla scontati, vi farà letteralmente restare incollati alle pagine. Erano anni che non leggevo un distopico così bello ed emozionante, pieno di colpi di scena che vi faranno restare con il fiato sospeso pagina dopo pagina, dove l’amore è trattato in maniera quasi silenziosa all’ inizio, per poi esplodere all’improvviso forte e potente. Hunger Games, Divergent levatevi proprio, un libro letto tutto d’un fiato fino a ritrovarmi senza accorgermi alle pagine dei ringraziamenti, questo è cio’ che è accaduto a me e, anche dopo aver finito di leggerlo non smetterete di pensare al mondo di Fandom. A me mancano tutti da impazzire, tanto da aver ricominciato la lettura, non sono pronta a salutare Violet, Ash, Alice, Katherine, Nate,  insomma non riesco proprio a staccarmi da questo libro stupendo!!

Fandom

Ma veniamo a noi, sono qui per parlarvi dell’ evento per il lancio d’uscita in italia di Fandom. La casa editrice DeA non si è risparmiata facendoci vivere un’ esperienza davvero unica e speciale nel suo genere; ringrazio DeA, ringrazio il blog Il Colore dei Libri per avermi regalato l’ opportunità di partecipare a questo evento meraviglioso e unico nel suo genere! Procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio cosa abbiamo combinato, tre punti fondamentali di cui vi elencherò a seguire.

La location in cui si e’ tenuto l’ evento: l’Escape Room Intrappola.To in via Sammartini a Milano dotato di camere a tema dove a seguire giocheremo anche noi, ma lo spiegherò meglio poco piu’ avanti. Già fuori dal luogo dove si terrà l’evento incontro gli amici, blogger e qualche membro dello staff; ore 17 entriamo puntualissimi all’ interno del locale Escape Room Intrappola.To dove ad accoglierci troviamo il gentilssimo staff di DeA e un ricco buffet. Mentre sgranocchiamo e chiacchieriamo, ovviamente di libri e dei follower del cane della Ferragni su Intagram (sono ancora scioccata da questo sappiatelo!) lo staff prepara la saletta dove si svolgerà l’intervista in diretta Skype con la stessa Anna Day.

Ragazzi non immaginate come fremevo per via dell’ intervista, fotofinish: immaginate me e intervista autrice di libro che ho letteralmente amato…bene, la giornalista mancata che è in me era già in piena ansia, lol. Sono riuscita a chiedere un sacco di cose ad Anna, super gentilissima nel rispondere a tutte le nostre domande, anche quelle più scomode. Voglio avvisarvi l’ intervista all’ autrice è piena di spoiler, ne parleremo alla fine del post, così chi vuole può risparmiarsi rivelazioni in caso non abbia ancora letto il libro e puo’ tranquillamente non leggerla.

È stato fantastico ragazzi non avete idea, dopo l’intervista abbiamo realmente giocato, nell’Escape Room a tema Fandom, siamo stati rinchiusi per un’ora in questa stanza, siamo stati divisi in due gruppi da quattro dove per enigmi e indizi ci aiutavano ad aprire lucchetti e bauli per poter trovare la via d’uscita; un’ esperienza divertentissima, noi torneremo a rifarla sicuramente ci siamo divertite come delle pazze , è stato un gioco di squadra fantastico, il personale del locale è super gentilissimo e simpaticissimo. Alla fine per fortuna se non si riesce ad aprire tutti quegli stramaledetti lucchetti in un’ ora vengono a tirarti fuori; insomma consiglio davvero a tutti almeno una volta di provare a giocare non ve ne pentirete noi torneremo sicuramente per finire  la stanza Fandom!

Secondo punto: dentro la saletta dove si è tenuta l’intervista ci viene regalata una bellissima rosa, chi ha letto il libro saprà perchè….Rose… ed eccoci al terzo punto: l’intervista con Anna Day. Brevemente ci viene fatta un’ introduzione con l’editor del libro, con chi ha voluto fortemente che venisse pubblicato in Italia (io ti ringrazierò a vita), con la fantastica traduttrice che ha tradotto Fandom, da cui sono nate alcune domande sul tempo che ha impiegato a tradurre il testo, circa due /tre mesi, sulla difficoltà del tradurre Fandom, in verità la traduttrice dice che il testo in lingua è stato scritto molto bene e in realtà è stato scorrevole per lei tradurlo, la cosa che l’ha lasciata più perplessa sono state le parolacce hahahah, non se lo aspettava prorio, ha detto che ha iniziato ad annotarle ealla fine erano tipo tre pagine di parolacce che non poteva comunque non inserire nel testo tradotto in italiano hahhahaha, fantastica. Anche lei è una fan di Fandom,  ho  avuto modo di scambiare due chiacchere con lei alla fine dell’ intervista con Anna, ha fatto un lavoro perfetto con la traduzione del libro non deve essere stato semplice tradurre 500 e rotte pagine e lei l’ha fatto in modo eccelso e perfetto e mi ha confidato che quando ha finito di tradurre Fandom aveva già un altro libro da tradurre così subito, mentre traduceva il nuovo testo non riusciva a smettere di pensare a Fandom ehhehehe. Io la adoro siamo team VIOLETASH….

Grazie staff DeA mi avete fatto scoprire ed amare un libro meraviglioso, mi avete fatto vivere un ‘esperienza unica che custodirò nel cuore per sempre, mi avete fatto divertire come una pazza e ci avete viziato in tutto e per tutto, un esperienza condivisa con persone meravigliose, con voi dello staff, sempre pronti a risponere a tutte le nostre domande, sempre super disponobili e gentilissimi, per aver  portato  qui in Italia questo libro icredibilmente stupendo, un  libro  originale e interessante, per nulla scontato, vi meritate tutto il Fandom che avete.

Anna Day

Ed eccoci alla fatidica intervista con Anna Day, grazie a Francesca per aver tradotto le nostre domande:

[Attenzione Spoiler]

Smash: Quale personaggio è stato più difficile da scrivere in Fandom?

Anna: Alice, perché è uno di quei personaggi che ami odiare, un personaggio complicato anche se mi  piace anche molto.

Smash: Chi è il personaggio che più  la rispecchia in Fandom?

Anna: Violet

Smash: Torneremo a vivere nella Danza delle Forche o l’avventura di Fandom si conclude qui? (in realtà questa voleva essere la  mia prima domanda, mi premeva da impazzire e non sapevo se Anna avrebbe potuto rispondere, io la mia idea l’avevo già e infatti [SUPER SOPILER] peccato non possiate sentire il mio grido d’entusiamo quando ha risposto e ha confermato ciò che sospettavo e speravo)

Anna: YESSSSSSS (appena sospirato aggiungo eheheh), non dovrebbe dirlo quindi shhhhhh.

Smash: Se Fandom diventasse un film, quali attori le piacerebbe vedere impersonare Violet e Ash?

Anna: I like Zac Efron, (e io aggiungo doppio I like wowwww), e per Violet, Maisie Villiams,  per chi non la conoscesse è l’attrice che interpreta Arya Stark  nel Trono di Spade, un personaggio forte che a me piace molto

Smash: C’è stata una scena o un personaggio difficile da scrivere? Se sì ,perchè?

Anna: Non mi piace scrivere scene di sesso, mi imbarazzano sono troppo timida

Smash: La scena che le è piciuta di più scrivere invece?

Anna: La scena in cui Violet e Ash trovano le sacche dove sono contenuti i corpi, mi ha fatto anche molta paura mentre la scrivevo, e la scena finale con Alice quella mi è piaciutA molto scriverla

Smash: c’è un personaggio che voleva uccidere, nei ringraziamenti finali ha ringraziato questa persona per averla alla fine convinta a non ucciderla, si  può sapere chi è?

Anna: ohhhh yes Nate (la sua editor assolutamente era contraria e ha optato per la via di mezzo di ucciderlo nella danza delle forche e tenerlo in vita nella vita reale, e alla fine  Anna è contenta di averlo tenuto in vita, dice che sicuramente nel periodo in cui scriveva Fandom è stata molto influenzata dalla visione de Il Trono di Spade)

Smash: ANNA ti aspettiamo in Italia!

Anna: Yes i love  Italy, I’d like to visit

…e noi ti aspettiamo a braccia aperte Anna! Spero presto di poter vedere ed abbracciare l’autrice di questo libro bellissimo che mi ha stregato completamente …

Le ultime due tre domande rivolte ad Anna sia da DeA sia dai colleghi presenti all’ evento, qui quelle per me più interessanti.

 – Anna l’associazione dei nomi  di alcuni personaggi che richiamano la natura ,Violet , Ash,Willow, Rose, c’è un motivo in particolare per questa scelta?
– A: Mi  piace molto la natura, il mid-name di mia  figlia e Rose, e il significato di Willow e Rose, piccolo fiore con un  grande fiore, o come in Violet e Ash , un grande albero con un piccolo albero che ritroviamo  nelle frasi del libro
– DeA:in  quale libro  le piacerebbe entrare ?
– A:Harry Potter, ma non le scene dove mi fanno paura
– DeA : In quale libro non le piacerebbe invece entrare?
– A: Hunger Games
– DeA: Come si fa a trasformare una storia che hai dentro in un libro di successo  rivolto ad un target preciso come ha fatto lei?
– A: lavorando molto, scrivendo tanto, tante cose che ho scritto non sono finite nel libro, e cancellando tanto quando non ero convinta di qualcosa

Ringrazio ancora una volta Anna, di una dolcezza e gentilezza indescrivibile, per la pazienza che ha avuto nel rispondere a tutte le nostre domande, ad averci fatto entrare e capire ancora meglio il mondo di Fandom! Grazie DeA  per questa fantastica opportunità, aspettiamo Anna in Italia ora ehehehhe! Grazie Al Colore dei Libri per la fiducia che mi dimostra e mi permette di vivere grandissime e meravigliose esperienze, grazie a voi lettori che vi sciroppate, concedetemi il termine, tutte le mie chiacchiere da fangirl. Alla prossima avventura dalla vostra inviata speciale Forcagirl.

Violet farebbe di tutto pur di incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, The Gallows Dance. Anche convincere suo fratello e le sue migliori amiche ad accompagnarla al ComiCon più grande d’Inghilterra e mettersi in coda per l’autografo del bellissimo Willow. Violet, che conosce tutte le battute del film a memoria e vorrebbe far colpo su di lui, si presenta come cosplayer di Rose, protagonista del romanzo e anima gemella di Willow. La sua scelta non è dettata dalla sola infatuazione per lui: Violet ammira realmente Rose e vorrebbe essere come lei. Coraggiosa come Katniss, determinata come Daenerys e intrepida come Tris. Quando però arriva il suo turno di incontrare gli attori, un terremoto improvviso fa crollare il capannone. Violet batte la testa e sviene. Pochi istanti dopo riapre gli occhi, ma qualcosa è cambiato. Willow è armato, le guardie corrono ovunque e sparano. Ma è solo quando una freccia colpisce la vera Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet comprende che tutto sta accadendo realmente. La protagonista del suo romanzo preferito è appena morta e ora Violet può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine…

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

#Follow us on Instagram