Recap Outlander 3x13 Eye of the storm - Smash News
7872
post-template-default,single,single-post,postid-7872,single-format-standard,qode-news-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Recap Outlander 3×13 Eye of the storm

Recap Outlander 3×13 Eye of the storm

Buon pomeriggio e bentornati: chiudo oggi con dispiacere la rubrica di Outlander, perché per me questa doveva essere la stagione di riscatto dopo una seconda stagione all’insegna della pesantezza e della noia.
Mi aspettavo un boom, loro che si ritrovano, passione, sentimento azione. E invece niente di tutto questo. Tutti i dettagli meno importanti sono durati molto, mentre abbiamo gustati per poco i momenti più interessanti.
Sapevamo tutti che anche in questa stagione la sfortuna avrebbe fatto da protagonista in un continuo perdersi, cercarsi, ritrovarsi e riperdersi come nelle migliori soap opera degli anni 80. Un vero peccato per 3 attori eccezionali come Jamie, Claire e John, penalizzati da scene ridotte all’osso e dialoghi sfuggenti. “Eye of the storm” almeno ha chiuso in bellezza e con un lieto fine. Un ronzio, uno specchio d’acqua e la voglia di non doversi perdere di nuovo, la paura di perdere Brianna, la fissazione di Geillis, bugie, addii mancati e tanta violenza alla faccia del giuramento di Ippocrate, il tutto “per la famiglia“. Avrei voluto un momento più convincente fra Jamie and John, più pathos per il terrore di perdere Brianna e non 45 minuti di danza tribale che, per quanto affascinante, mi ha solo annoiata: forse Claire rivede in loro la danza delle sacerdotesse legate al suo primo viaggio? Rischiavano di perdere davvero tutto e sono rimasti calmi? E Claire che descrive la sua possibile morte come qualcosa di estremamente pacifivo e rilassante, quasi liberatorio? Infine quando tutto sembrava volgere al meglio e speravo che la tempesta se la fossero lasciata alle spalle, ecco che il meteo gioca la sua carta, loro però si salvano and welcome to America…
Ok ok non spoilero il resto…promesso!
See ya & love,
Krilli

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

#Follow us on Instagram